Waterpoloweb.com
  Privacy    
Competizioni
A1 Maschile
A1 Femminile
A2 Maschile
A2 Femminile
B Maschile
Coppa Italia
Coppe Europee
World League
Mondiali Masch.
Mondiali Femm.

Cerca negli articoli

Rubriche
Prima pagina
Il caso
Faccia a faccia
Time out
Nel pozzetto
Sul fondo
Comun. stampa
La vostra posta

Spazio tecnico



<< Torna alla Home Page
<< Back
Non a tutti Voi, ma da tutti noi
BUON NATALE
E' un natale triste per tanti. Il momento lo impone. Solo i soliti furbetti fanno festa.
24/12/2012 - Francesco Grillone

Non facile augurare gioia e felicità in un Natale pieno di problemi, come questo. E’ un Natale di ristrettezze per tanti, solo e sempre i “soliti” pochi potranno festeggiarlo nel lusso e nello sperpero. 
Il particolare momento che vive il nostro paese, le tasse indispensabili per non affondare (ma chieste sempre ai soliti da chi si è nascosto dietro un solo uomo), le tredicesime che non sono arrivate, ne sono la prova. 
Anche la pallanuoto festeggerà un Natale sottotono. Il mondo delle piscine sta soffrendo (per non dire agonizzando) una situazione che certamente non ha voluto. Ma si sa, il mondo “zozzo” della politica porta sempre a conclusioni prevedibili, da dove poi e difficile la retromarcia. 
La pallanuoto italiana ha avuto una grande occasione: decollare, con i mezzi che un certo Gabriele Volpi ha gettato sul piatto. 
Ma i boiardi del palazzo, preoccupati di perdere le loro poltrone, hanno fatto quadrato, hanno chiuso le porte a chi, per la prima volta nella nostra storia, avrebbe potuto far volare il movimento, puntando magari sul terrorismo psicologico del nuovo-incognito. 
Così, anzicchè puntare ad un rinnovamento del palazzo offrendo una poltrona a chi i mezzi li ha di suo, si è preferito voltare le spalle. Con la conseguenza logica: addio “din din”, addio decollo, addio facce nuove. 
E naturalmente chi è uscito dalla porta, è prontamente rientrato dalla finestra. Il “dio” business resta sempre in primo piano solo e sempre per gli stessi furbetti. 
Piscinari e pseudo scopritori di nuove avventure contrabbandate come rilancio della pallanuoto. 
Con i soliti lacchè, pronti a cambiare bandiera alla prima ventata di euro, con volti che ormai da trent’anni sono sempre gli stessi presenti.
Un ex presidente federale, Gianangelo Perrucci, qualche tempo fa ci disse: «Che tristezza venire in piscina a vedere le partite. Ci sono sempre le solite cento facce, invecchiate gara dopo gara».
Per questo ci rivolgiamo solo agli italiani veri. A quelli che stanno soffrendo, a quelli che hanno creduto di poter cambiare.
E solo a loro auguriamo un po’ di serenità, di pace. Che la nascita del Redentore illumini loro, le loro famiglie, i loro figli.

Accedi all'archivio
News news news
21.12.12-
L'anticipo al Brescia: 6-11 Savona alla deriva?

19.12.12-
Provvedimenti disciplinari

19.12.12-
Recupero della V giornata. Camogli-Nervi 7-11

18.12.12-
Mercoledì 20 dicembre c'è il recupero Camogli - Nervi

12.12.12-
La Supercoppa d'Europa al Recco. Il tabellino

09.12.12-
Pro Recco, arriva l'ottava coppa Italia

09.12.12-
Mondiali under 18. Italia campione!

08.12.12-
Coppa Italia. Anche il Recco in finale

08.12.12-
Coppa Italia. Prima semifinale al Savona

02.12.12-
Il Posillipo volta pagina. Gambardella è il nuovo Presidente.

 
© 2017 Waterpoloweb.com - E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione