Waterpoloweb.com
  Privacy    
Competizioni
A1 Maschile
A1 Femminile
A2 Maschile
A2 Femminile
B Maschile
Coppa Italia
Coppe Europee
World League
Mondiali Masch.
Mondiali Femm.

Cerca negli articoli

Rubriche
Prima pagina
Il caso
Faccia a faccia
Time out
Nel pozzetto
Sul fondo
Comun. stampa
La vostra posta

Spazio tecnico



Nel pozzetto
<< Torna alla Home Page
<< Back
Ci mancava. Scazzottata
femminile a Firenze
Ebbene si, cari lettori: capita anche questo nel piccolo mondo di cloro. Le scuse di Lucia Recupero
26/01/2011 - redazione

Lucia Recupero, giocatrice della Fiorentina WP e responsabile dell'incidente a Giula Bartolini, ci ha inviato oggi, 28 gennaio, la seguente comunicazione:

La sottoscritta Lucia Recupero giocatrice in forza alla società Fiorentina Waterpolo da settembre 2010, in merito all’episodio avvenuto in Firenze in data 25.1.11 presso la piscina Costoli e a quanto riportato sugli organi di stampa locale, intende precisare quanto segue:

Premetto che voglio porgere le mie più sentite scuse a Giulia Bartolini augurandole una pronta guarigione e che sono sinceramente addolorata per l’accaduto. Martedì 25 la mia squadra era impegnata in una partita di allenamento con la NGM Firenze, con inizio verso le ore 15 ed eravamo giunti quasi alla fine dato erano le ore 16,45, tant’è che il nostro allenatore Massimo Borracci, che nell’occasione fungeva da arbitro, disse alle due squadre che mancavano cinque minuti alla fine. La mia squadra stava nuotando dalla difesa verso l’attacco ed io stavo nuotando affiancata a Giulia Bartolini; giunte a una distanza di circa sette otto metri dalla porta avversaria io ero posta leggermente avanti rispetto alla mia avversaria ed ho cercato di tagliarle la strada per acquisire ancora più vantaggio per poi convergere verso il centro. In quel momento senza alcuna intenzione ho colpito Giulia con una gomitata; ho percepito di averla colpita in una parte del corpo dura ma senza avvedermi dove. Dopo pochi secondi ho visto Giulia che usciva dalla vasca e poi dalla tensostruttura della piscina per andare negli spogliatoi. Uscita dall’acqua dopo circa 10 minuti in quanto mi ero trattenuta con le mie compagne per fare dei tiri, ho appreso che si era recata al pronto soccorso e in serata che le avevano riscontrato la frattura della mandibola e che sarebbe stato necessario un intervento chirurgico.

Questa è la ricostruzione secondo il reale accadimento dei fatti; sono dispiaciutissima di aver procurato una così grave lesione a una ragazza che pratica il mio stesso sport. Appena saputo dell’entità della lesione, ho comunicato alla dirigenza della mia società il proposito di andare a trovare Giulia e porgerle le mie scuse anche di persona e spero che vorrà accettarle. Ciò che mi preme ribadire è però che l’urto è avvenuto in una fase di gioco a seguito di un contatto fortuito per acquisire una posizione di vantaggio. Mi ha molto addolorato anche leggere il comunicato stampa della NGM Firenze che ha descritto l’episodio come un’aggressione brutale e gratuita da parte mia e che avrei sferrato volontariamente altri colpi con le mie compagne che si sarebbero frapposte per fermarmi; in particolare il presidente Catellacci, il quale afferma di aver assistito ad una brutale aggressione e di non aver mai visto una frattura così brutta, non era neanche presente all’allenamento. Purtroppo la versione colpevolista contenuta nel suddetto comunicato è stata presa per oro colato dagli organi di stampa locali e nazionali senza che venissi sentita in merito all’accaduto. Tuttavia la mia versione potrà essere confermata in ogni sede dalle mie compagne di squadra e dai nostri allenatori Borracci e De Magistris. Ripeto comunque che si è trattato di un incidente di gioco e che non era mia intenzione procurare danni a Giulia Bartolini; infine vorrei precisare che in dieci anni di campionati federali non sono mai stata squalificata per gioco violento e/o brutalità.

***   ***   ***   ***   ***
Con grande meraviglia riceviamo e pubblichiamo (mal volentieri) il comunicato stampa della Firenze pallanuoto

Martedì pomeriggio, alla fine di un allenamento di routine che le ragazze della NGM Mobile Firenze Pallanuoto hanno fatto con la Fiorentina Waterpolo, Giulia Bartolini è stata aggredita da Lucia Recupero che le ha sferrato un pugno in pieno viso talmente potente da romperle la mandibola. Il fatto è accaduto mentre le ragazze stavano uscendo dall’acqua dopo aver concluso l’allenamento e i testimoni hanno visto la Recupero nuotare velocemente verso la giocatrice, che era di spalle, e, nel momento in cui Giulia Bartolini si è voltata per vedere chi ci fosse dietro di lei, la giocatrice della Fiorentina Waterpolo le ha tirato il colpo. Le stesse compagne di squadra sono intervenute per fermare l’atleta che avrebbe continuato a sferrare altri colpi. Questo è stato l’ultimo di una serie di allenamenti organizzati grazie alla collaborazione positiva che le due società stanno costruendo con fatica in questo periodo e che, a detta dei presenti, si era svolto in modo tranquillo e regolare tanto che niente poteva far presagire un simile atto. “Non ho mai visto un fatto così deplorevole e spaventoso e una frattura così brutta in trent’anni nel mondo della pallanuoto – ha commentato il presidente della Firenze Pallanuoto Cipriano Catellacci – E’ stata un’aggressione brutale da parte della Recupero che non può essere giustificata anche nel caso in cui fra le due giocatrici ci fossero stati degli scontri in acqua”. Giulia Bartolini è stata portata al pronto soccorso del CTO dove le è stata riscontrata una brutta frattura alla mandibola. Ricoverata presso il reparto del Prof. Angeloni, è verrà operata nella tarda serata di oggi (mercoledì ndr). L’allenatore della Fiorentina Waterpolo Massimo Borracci ha chiamato immediatamente il presidente Catellacci dicendosi dispiaciuto e amareggiato da questo fatto che ha definito bruttissimo mentre alcune sue atlete hanno contattato le ragazze della NGM Mobile Firenze Pallanuoto per avere notizie sullo stato di salute della giocatrice. Amareggiate le ragazze che perdono il collante della squadra sia dal punto di vista tecnico che umano. “E’ ancora troppo presto per parlare dei tempi di recupero e in questo momento non ci interessa. Adesso ci preme che Giulia si rimetta in tutta tranquillità dal punto di vista fisico e psicologico E’ chiaro che i tempi previsti sono lunghi e questo potrebbe voler dire per lei la fine del campionato. – ha concluso il presidente Catellacci – Mi auguro che quanto avvenuto sia motivo di una maggiore unione tra le ragazze che dovranno affrontare senza il suo supporto la parte più impegnativa del campionato e mi aspetto dalla Fiorentina Waterpolo i dovuti provvedimenti disciplinari che un caso così grave richiede”. (Elisabetta Failla, uff. Stampa)

La replica della Fiorentina WP

La Fiorentina Waterpolo profondamente scossa dal gravissimo episodio accaduto ieri sera durante l’allenamento con la Firenze Pallanuoto porge le sue più profonde e sentite scuse sia all’atleta che alla società
Pur comprendendo che le dinamiche di gioco alcune volte possono causare reazioni, consapevoli del fatto che non era intenzione della Lucia Recupero recare danno grave all’Atleta della Firenze Pallanuoto, come invece si è verificato e preso atto dello stato d’animo della Recupero, dove traspare in modo evidente la costernazione per l’accaduto, comunque la società Fiorentina Waterpolo infliggerà un adeguata sanzione alla propria atleta il cui comportamento viene condannato senza riserve.
Riteniamo per una corretta ricostruzione dei fatti precisare che l’episodio è avvenuto durante una fase di gioco in allenamento dopo varie scaramucce anche pesanti che avevano visto protagoniste le due giocatrici.
Infine visto il comunicato stampa della Firenze Pallanuoto, comprendendo il clima nel quale è stato redatto, siamo obbligati a precisare quanto raccolto dalle testimonianze di alcune atlete e di un tecnico, dalle quali si evince che la partita di allenamento era ancora in corso e sospesa solo per l’incidente, che oltre al fatto citato, non sono stati dati ulteriori pugni da parte di Recupero, ne nessuna delle ragazze in acqua è intervenuta per fermare la Recupero che era già ferma dopo l’unica azione contro la Bartolini.
Ci si augura che i rapporti fra le due Società non abbiano alcuna conseguenza pur comprendendo pienamente la posizione della Firenze Pallanuoto e della sua atleta. (Fiorentina WP - Sandra Del Corona)

Nota della redazione
Nessuna nota, nessun commento. I comunicati parlano da soli.

Nella foto
Giulia Bartolini

 

Accedi all'archivio
News news news
21.12.12-
L'anticipo al Brescia: 6-11 Savona alla deriva?

19.12.12-
Provvedimenti disciplinari

19.12.12-
Recupero della V giornata. Camogli-Nervi 7-11

18.12.12-
Mercoledì 20 dicembre c'è il recupero Camogli - Nervi

12.12.12-
La Supercoppa d'Europa al Recco. Il tabellino

09.12.12-
Pro Recco, arriva l'ottava coppa Italia

09.12.12-
Mondiali under 18. Italia campione!

08.12.12-
Coppa Italia. Anche il Recco in finale

08.12.12-
Coppa Italia. Prima semifinale al Savona

02.12.12-
Il Posillipo volta pagina. Gambardella è il nuovo Presidente.

 
© 2017 Waterpoloweb.com - E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione