´╗┐ Waterpoloweb.com
  Privacy    
Competizioni
A1 Maschile
A1 Femminile
A2 Maschile
A2 Femminile
B Maschile
Coppa Italia
Coppe Europee
World League
Mondiali Masch.
Mondiali Femm.

Cerca negli articoli

Rubriche
Prima pagina
Il caso
Faccia a faccia
Time out
Nel pozzetto
Sul fondo
Comun. stampa
La vostra posta

Spazio tecnico




 
RN Frosinone
7
CC Lazio WP
6
Gol
Espulsioni
Gol
Espulsioni
Sup. num. 0/0Sup. num. 0/0
Allenatore: Allenatore:
Arbitri:Iori,
Parziali: -, -, -, -
Note:
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni definitive    

Comunicato stampa
Uff.stampa RN Frosinone
00/00/0000 -

R.N. Frosinone: Apicella, Schettino 1, Pisa R., Proietti, Costantini, Esposito, D’erme 1, Ceccarelli 1, Raffaeli 2 (1 rig.), Mellacina 2, Pisa L., Dolciame, Ricci.
All.F. Spinelli.

Canottieri Lazio: Battaglia, Ghinfanti, Carbonetti, Sebastiani, Onida 1, Piacentini 1, Panecaldo, Di Cintio, De Vecchis 1, Fiorita 1, Uccelletti 1, Martella, Perna 1 .
All. M. Birri.

Parziali: 2-2, 3-1, 1-1, 1-2

Superiorità numeriche: R.N. Frosinone 1/5 + 1/1 rigore, Canottieri Lazio 2/8
 

Grande prova de L’Automotive Rari Nantes Frosinone, che batte 7-6 la C.C. Lazio e vola ai playoff. Allo Stadio del Nuoto, gli uomini di coach Fabrizio Spinelli giocano l’ennesima partita tutta grinta e cuore e portano a casa 3 punti decisivi per la lotta ai posti nobili della classifica. Nonostante due assenzepesantissime per squalifica e una panchina a dir poco corta, i ciociari nonvanno mai sotto durante l’arco dei trentadue minuti di gioco. E si prendono tutto ciò che questo mese di maggio poteva regalare loro: quattro vittorie su quattro, play off e terzo posto.
Nella gioia e nell’euforia più totale, la cronaca della partita lascia davvero il tempo che trova. Ma non sarebbe giusto non esaltare le doppiette di Raffaeli e Mellacina: il primo vero bomber e mattatore del campionato gialloblù, il secondo decisivo in questo finale forse come nessun altro. Non sarebbe giusto non scrivere nulla su D’erme, gol splendido, idee davanti e sacrificio in difesa. O sulla grande crescita di Ceccarelli e Schettino, un gol a testa, che hanno dimostrato partita dopo partita di poter dare il loro contributo alla causa. Non sarebbe giusto neanche parlare solo di chi ha segnato oggi, perché mai come in questo caso, il nostro play off è frutto del lavoro di tutti. Di ognuno di noi. Di un gruppo che si è unito giorno dopo giorno, grazie anche agli screzi e alle parole grosse volate spesso nello spogliatoio. Perché oggi abbiamo vinto e siamo felici, ma non sempre tutto è andato liscio. Non sempre siamo stati tutti biondi, belli e con gli occhi celesti come il nostro Schettino. Giustamente!
E allora grazie al presidente Vincenzo Russo, che mai ha fatto mancare il suo appoggio e la sua presenza alla squadra. All’allenatore Fabrizio Spinelli, che alla sua prima esperienza da allenatore senior ha centrato subito un risultato così importante. A Fabio Sarti, preparatore atletico che ha fatto arrivare la squadra a questo mese decisivo meglio che in ogni altro periodo dell’anno. Ai dirigenti Emilio Puzo, Antonio Ceccarelli e Roberto Pisa. E grazie a ogni giocatore, perché nei momenti decisivi, in quelli più bui e pieni di difficoltà, nessuno ha mai chinato la testa. Grazie, oltre a quelli già citati sopra, al capitano Tullio Apicella, ai difensori più arcigni di questo girone, Mauti ed Esposito. A Proietti, sacrificato come centroboa e utilizzato ovunque tranne che in porta. All’intermittente quanto importante Carnevali, a Costantini e ai nostri ragazzi del settore giovanile, che hanno esordito, giocato o segnato in serie B: Ricci, Fiorini, Dolciame, Saltarelli e i fratelli Pisa.
Il play off contro la R.N. Palermo è per tutti noi un punto di partenza e non di arrivo. Adesso, insieme al mese di giugno, inizia un altro campionato in cui nulla è deciso e in cui tutti partiamo alla pari. Ma mai come quest’anno possiamo dirci felici di essere arrivati fin qui, contro tutto e tutti, nel vero senso di queste ultime parole. Ora viene il bello: come sempre, ci giocheremo tutte le nostre carte con il coltello tra i denti.
Queste, infine, le parole del nostro allenatore Fabrizio Spinelli, poco dopo la fine del match: “Meritavamo questi playoff. Siamo stati fantastici! Abbiamo giocato la partita come dovevamo: attentissimi dietro e scaltri davanti. Nonostante le assenze e buona parte dell'ultimo quarto senza Andrea (Esposito, uscito per 3 falli, ndr), siamo riusciti ad avere la meglio contro un’ottima squadra. Sono orgoglioso del campionato dei miei ragazzi, sempre disponibili al sacrificio negli allenamenti e sempre pronti ad aiutarsi nei momenti di difficoltà! Andiamo a giocarci questi playoff a mente sgombra, convinti di poter fare il meglio possibile. Perché insieme siamo più forti! Voglio ringraziare, oltre la squadra, il presidente Vincenzo Russo per la fiducia, il professor Fabio Sarti per il supporto costante nella preparazione atletica, il fisioterapista Nicola Saltarelli e il capitano Apicella Tullio per l'importante aiuto a gestire tutto il gruppo. Sto avendo l'onore di allenare un gruppo di uomini veri oltre che atleti, che andranno a giocarsi le fasi finali senza paura e puntando al massimo risultato”.

News news news
21.12.12-
L'anticipo al Brescia: 6-11 Savona alla deriva?

19.12.12-
Provvedimenti disciplinari

19.12.12-
Recupero della V giornata. Camogli-Nervi 7-11

18.12.12-
Mercoledý 20 dicembre c'Ŕ il recupero Camogli - Nervi

12.12.12-
La Supercoppa d'Europa al Recco. Il tabellino

09.12.12-
Pro Recco, arriva l'ottava coppa Italia

09.12.12-
Mondiali under 18. Italia campione!

08.12.12-
Coppa Italia. Anche il Recco in finale

08.12.12-
Coppa Italia. Prima semifinale al Savona

02.12.12-
Il Posillipo volta pagina. Gambardella Ŕ il nuovo Presidente.

 
© 2017 Waterpoloweb.com - E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione