´╗┐ Waterpoloweb.com
  Privacy    
Competizioni
A1 Maschile
A1 Femminile
A2 Maschile
A2 Femminile
B Maschile
Coppa Italia
Coppe Europee
World League
Mondiali Masch.
Mondiali Femm.

Cerca negli articoli

Rubriche
Prima pagina
Il caso
Faccia a faccia
Time out
Nel pozzetto
Sul fondo
Comun. stampa
La vostra posta

Spazio tecnico




 
Roma PN
6
Nuoto Prato
5
Gol
Espulsioni
Gol
Espulsioni
Sup. num. 1/9Sup. num. 3/13
Allenatore: Allenatore:
Arbitri:L.Bianco, Calabr˛
Parziali: 2-2, 0-1, 1-0, 2-2
Note:
OVER TIME: 1-0, 0-0.

Nel IV tempo BelÓ (R) para tiro di rigore a C.Tabani.
Gol:gol   Espulsioni:espulsioni definitive    

Roma promossa di misura
01/07/2012 - Stefano Ballerini*


Roma PN
Belà, Mirarchi, Castellani 3 (1R), Dalorto 1, Cama, Mandara, Fortugno 1, Di Giuliomaria, Di Palma, Caterini, Sacco, Angiulli 1, Magrini.

Nuoto Prato
E.Tabani, Guasti, Fioravanti, Strinati, Pelagatti, Giannetti, Galardi 3, C.Tabani 1 (R), Marseglia, Guarducci 1, Francini, Calamai, Giaimo.


Roma- Vince la Roma per 6 a 5 ai supplementari. Le giallorosse salgono in A1 meritatamente ma la Nuoto Prato gioca una grandissima partita, dominando largamente per almeno due tempi su quattro. La Roma ringrazia e vince di misura ottimizzando la percentuale realizzativa delle sue giocatrici: sei gol con pochissimi tiri in porta. C’era tutto perché si realizzasse il sogno pratese: gioco, concentrazione, una grande difesa che annulla Dalorto e Di Palma molto volitiva ma il fatto di non aver realizzato nemmeno una rete in un tempo e mezzo in cui in acqua c’era solo il nero delle calotte pratesi è stato sinonimo di suicidio contro una squadra esperta come quella giallorossa. La cronaca. Grande Prato fin dall’inizio. A 7’32” Galardi subisce fallo grave e finalizza così la superiorità ottenuta. Passa un minuto e mezzo e la Roma pareggia con Dalorto nel suo unico acuto di oggi. A 2’29” rigore per il Prato per fallo di Dalorto su Galardi. Chiara Tabani batte Belà. La Roma risponde colpo su colpo alle azioni del Prato e Angiulli pareggia dopo poco. Perfetta parità fra due squadre che si equivalgono. Nel secondo tempo c’è solo il Prato ma il predominio è sterile su una Roma intimidita che non infastidisce mai Elena Tabani ma le tuttenere segnano solo una volta in superiorità numerica con Guarducci. 2 a 3 e cambio campo. La chiave della partita nel terzo tempo, quando il Prato aumenta la sua pressione sulla Roma che sembra sul punto di soccombere, le giocatrici di Grassi a tratti danno spettacolo. A 3’11” ancora Galardi in contropiede, fallo di Fortugno e rigore: questa volta Belà compie un miracolo su Chiara Tabani e para il rigore. Il Prato continua a macinare gioco, costruisce tantissimo ma spreca tutto quello che è possibile sprecare. La Roma ringrazia e a 1” dalla fine segna con Fortugno. E’ una beffa ma deve far riflettere perché certe partite vanno chiuse quando è il momento. Quarto tempo più combattuto perché la Roma riprende fiducia e va addirittura in vantaggio con Castellani. Pareggia Galardi a 5’23” e lo stesso centroboa pratese mette dentro il temporaneo vantaggio a 4’12”. Schermaglie fino a 1’ 44” quando sempre Castellani segna il gol del pareggio. Come nelle due partite precedenti le due squadre non riescono a superarsi e ci vogliono gli overtime. C’è equilibrio per la prima parte del tempo ma a 1’16” rigore per la Roma che la solita Castellani mette alle spalle di Elena Tabani. Nel secondo supplementare Prato in attacco quasi sempre nel tentativo di rimontare, Roma pericolosa di rimessa: due situazioni di uomo in più per parte. A pochi secondi dalla fine, sull’espulsione di Dalorto, Galardi ha la palla del pari ma Belà fa il miracolo e porta la Roma in Paradiso. Nonostante il rammarico per la sconfitta non c’è che da applaudire la squadra pratese che ha onorato al meglio il campionato. Dopo una ottima regular season e dopo aver battuto una grande Trieste ai playoff, le tuttenere hanno lasciato ad una grande Roma la gloria dell’A1 ma hanno dimostrato di meritarla almeno quanto le avversarie.
Commento tecnico Giacomo Grassi :« Mai come questa volta penso che entrambe le squadre avrebbero meritato la promozione. Le 3 partite di finale sono state tutte all’insegna dell’equilibrio ma alla fine solo una può vincere: è toccato alla Roma ma allo stesso tempo non posso che congratularmi con la mia squadra che è cresciuta fino a sfiorare un’ impresa, perché di questo si sarebbe trattato. Sono orgoglioso di tutte e spero che questa mancata promozione ci dia una motivazione in più per continuare il nostro percorso. Faccio i miei complimenti alla Roma, al suo staff, ai dirigenti e alle giocatrici con la speranza di ritrovarli al più presto nella massima serie». (*Ag. Stampa Firenze Viola Supersport)


News news news
21.12.12-
L'anticipo al Brescia: 6-11 Savona alla deriva?

19.12.12-
Provvedimenti disciplinari

19.12.12-
Recupero della V giornata. Camogli-Nervi 7-11

18.12.12-
Mercoledý 20 dicembre c'Ŕ il recupero Camogli - Nervi

12.12.12-
La Supercoppa d'Europa al Recco. Il tabellino

09.12.12-
Pro Recco, arriva l'ottava coppa Italia

09.12.12-
Mondiali under 18. Italia campione!

08.12.12-
Coppa Italia. Anche il Recco in finale

08.12.12-
Coppa Italia. Prima semifinale al Savona

02.12.12-
Il Posillipo volta pagina. Gambardella Ŕ il nuovo Presidente.

 
© 2017 Waterpoloweb.com - E' vietata la riproduzione anche parziale del materiale pubblicato sul sito senza autorizzazione